Homepage | Chi siamo | Contatti

L'azienda “C'era una volta” offre ai suoi piccoli ospiti l'opportunità di vivere in modo coinvolgente, appassionante e sicuro l'esperienza della vita di una fattoria. Nel contesto dell'Azienda biologica, che dal 1882 domina una splendida posizione panoramica sulle prime colline piacentine, il ritmo immutabile delle stagioni si intreccia con quello della storia dando vita ad un tempo “altro”: un tempo in cui uomo e natura diventano un tutt'uno; un tempo radicalmente differente da quello, convulso ed affannato, della città.
Scarica qui le proposte per la scuola dell'Agriturismo C'era una Volta

Si tratta senza dubbio di un'esperienza destinata a lasciare un'impronta indelebile e benefica nell'animo dei più piccoli, sovente costretti a vivere in ambienti artificiali dove la natura è solo simulata.
Il tema dell'”albero”, inteso come vero e proprio “amico vivente”, testimone immobile e partecipe degli eventi umani, fa da filo conduttore alle esperienze che “C'era una volta” propone alle scolaresche. Dalla visita ai fabbricati rurali che costituiscono il cuore dell'azienda si passa ad un contatto diretto con la realtà dei profumi, dei suoni e dei colori della natura, imparando a conoscere attraverso l'esperienza diretta dei sensi l'ambiente delle colline piacentine con le loro coltivazioni, essenze vegetali, erbe aromatiche e fiori.
L'esperienza della viticoltura costituisce un momento importante per apprezzare le attività rurali: dall'uva al mosto, dagli impianti alla vendemmia, ogni stagione è buona per avvicinarsi ad un'arte che, da sempre, dà lustro alla nostra terra.  Il percorso didattico si snoda seguendo il volo delle api, piccole industriose operaie delle quali si visita la casa – l'alveare – esplorandone i segreti – il nido ed il melario – entrando in contatto con un micromondo meraviglioso e complesso. Attraverso una giocosa attività di drammatizzazione, i bambini si “mettono nei panni” degli operosi insetti, imparando e divertendosi. Dal lavoro dell'ape si passa a quello dell'apicultore, scoprendo i “trucchi del mestiere” che portano dal favo al miele in vasetto: un vero e proprio alimento, conosciuto ed apprezzato fin dalla più remota antichità, del quale si arriva a riconoscere le varietà attraverso un goloso laboratorio di degustazione. Il programma delle attività prevede anche la manipolazione della cera, per produrre candele ed altri oggetti decorativi, e la preparazione di morbide e profumatissime saponette... rigorosamente biologiche.